01/04/11

Review 2011 - Mia Moglie per finta





5,0 su 10

Torna Adam Sandler, uno degli attori più difficili da decifrare del panorama hollywoodiano. Quando parlo di difficoltà nel giudizio, mi riferisco alla pressoché estraneità di Sandler da una forma di recitazione impostata o comunque "appresa". Accanto alla collega Jennifer Aniston, spalla del film, è un caso particolarissimo di interprete non molto dotato tecnicamente, con una gamma di espressioni standard e che sceglie film di successo di scarsa qualità, con momenti paradossali di commedia pura, a parte qualche caso sporadico in cui fa emergere, nonostante l'attitudine sempre non particolarmente brillante, piccoli elementi, svirgolate recitative drammatiche, che appaiono gigantesche solo per la differenza sostanziale con il tono comune delle pellicole più note. Non a caso, quando Sandler prova a fare qualcosa di diverso, il suo pubblico, numeroso (è una sorta di "Hit-man" del boxoffice statunitense) lo abbandona facilmente. Lo stesso dicasi per la Aniston. Il nuovo film del regista Dennis Dugan, abituato a seguire passo dopo passo Sandler, che è diventato il suo attore-feticcio (a dire il vero è il sodalizio meno artistico e più redditizio del sistema), è di certo superiore all'osceno "Un weekend da bamboccioni", e con qualche character di grido ben riuscito (non a caso l'interprete in questione è Nicole Kidman, che sta al film con difficoltà oggettiva su un piano teorico, su un piano pragmatico è l'unica a saper usare una varietà espressiva duttile e per nulla caratterizzata, nonostante il finale lieve), ma è comunque una pellicola esagerata (anche nella durata), ricca di sentimentalismi mascherati da battutine ironiche che non scontentano nessuno e comunque intrisa di un numero di volgarità banale da competere, per scempiaggine, con il nostro cinepanettone. Il pregio è che qualche risata scappa, e il film non annoia, anzi potrebbe rappresentare una buona dose di svago, con l'occhio che strizza alle famiglie, dato la presenza di due giovanissimi nel cast. Ha superato i 100 milioni di dollari al botteghino USA.

Nessun commento:

Posta un commento