03/04/11

Il postone "CineMusic" di ContactCinema of the week #8

Una veloce rassegna di soundtrack e affini consigliate dal blog.

Il film lo attendo molto, anche perchè è stato accolto positivamente dalla critica e dal pubblico americano ed è sempre, nonostante un'attitudine meno indie, di Thomas McCarthy, un vero autore complesso e mai carico di stereotipi facili. "Win Win", con Paul Giamatti mattatore, ha nella soundttrack un brano dei Nationalist "Think You Can Wait".




Dalla OST di "Arthur", remake un pò inutile del già trascurabile omonimo del 1981 di Steve Gordon, in uscita il 6 Maggio da noi, ecco due canzoni adatta all'atmosfera "yuppy" del film. E se Ben Gibbard  lascia qualche barlume di speranza, Daniel Merriweather e Mark Ronson fanno capire come sia ammiccante il prodotto. Diretto dal televisivo Jason Winer, con Russel Brand nel ruolo che fu di Dudley Moore.

Daniel Merriweather - A Little Bit Better by WaterTowerMusic


   Ben Gibbard - When the Sun Goes Down by WaterTowerMusic


Di questo film torneremo a parlare spesso, perchè è potenzialmente la vera gemma del 2011 e rilancia prepotentemente la cinematografia britannica meno allineata e più umorale. "Submarine", storia di un "coming-of-age" complesso, presentato con successo al Sundance e in sala solo in terra britannica, è diretto da Richard Ayoade. La colonna sonora è stata affidata (anche se in realtà le canzoni sono state scritte indipendentemente dalla pellicola) al leader degli Arctic Monkey, Alex Turner, che ha pubblicato un Ep di sei tracce in cui spicca, per grazia, "Piledriver Waltz".



E' uscito questo weekend in Gran Bretagna, dopo un discreto battage pubblicitario, "Killing Bono"diretto dal discontinuo Nick Hamm. La storia vera dei fratelli McCormick, antagonisti/ombra degli U2, mai arrivati al successo, è interpretata dalla star Ben Barnes e dal lanciato Robert Sheehan, senza dimenticare un volto più commerciale come Krysten Ritter. La colonna sonora è composta da molti pezzi cantati dagli attori (che si riferiscono alla discografica pre-U2) e abbiamo scelto la versione acustica di "Where We want to be".



E' una notizia di qualche settimana fa, ma la propongo proprio per aumentarne il buzz in vista della pubblicazione del disco prevista per i primi di maggio (digital il 25 aprile, fisica il 2 maggio, in Francia). Si è prestata alla musica la little-star Melanie Laurent, la Shoshanna di Tarantino e delicata attrice francese (sarà la madrina a Cannes quest'anno, in più). La particolarità sta nell'aver lavorato fianco a fianco con un cantautore molto noto negli anni passati come Damien Rice, che ha curato la musica. I testi sono della Laurent. Il titolo dell'opera è "En t'attendant", da cui il singolo omonimo.



Nessun commento:

Posta un commento