24/12/10

Top 100 Film of the Year 2010 - Positions 90-81

90 - Robin Hood

Kolossal. Meglio questo Scott che quello di "Nessuna Verità". Meglio anche de "Il Gladiatore", se non per l'approfondimento storico e il carattere atipico dello scipt. La genesi di Robin Hood e non la sua mitizzazione. Se la cava Crowe, per cui il film è un toccasana, ma a convincere di più è Cate Blanchette, splendida Marian. Che ci sia un tocco di eccesso plastico, è senza dubbio. ma la cosa non danneggia troppo il prodotto. Nonostante, a volte, lo stile videoclipparo sia in agguato.

Voto: 6.5/10
Uscita in Italia: 12 Maggio 2010


89 - Happy Family
Salvatores se la cava con una posizione non eccelsa, ma con un prodotto atipico e riuscito in molti punti. Mostra, a differenza degli altri registi affermati, una dosa di sperimentazione ammirevole e mette su un esempio di metacinema divertente. Talvolta prende cantonate e deraglia nella banalità. ma il film è un divertissment leggero/simpatico con qualche elemento cinico/critico e una costruzione teatrale/corale riuscita. buon cast, anche se De Luigi è sempre lo stesso personaggio.

Voto:  6.5/10
Uscita in Italia: 26 Marzo 2010


88 - Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni ("You Will Meet a Tall Dark Stranger")

Allen del 2000, vino d'annata non troppo pregiato. Ma alla fine, quello del 2010 non è il peggiore, nonostante il gusto non sia marcato e la corposità artistica non eccessiva. La coralità funziona, con qualche riserva, ma il fim si caratterizza per buone prove e un'adesione alla vita quasi distaccata. la ricostruzione è insieme razionale ed emotiva, e il film diventa una sorta di "Ragione e Sentimento" dei nostri giorni, con qualche cenno di soap e molta poca fantasia, va detto.


Voto: 6,5/10
Uscita in Italia: 3 Dicembre 2010



87 - Prince of Persia: Le sabbie del tempo ( "Prince of Persia: The Sands of Time")

Discretamente osteggiato un pò ovunque, in realtà è uno dei blockbuster migliori dell'anno. Il tocco di Bruckheimer, con la componente comica in risalto e la volontà di rivisitazione/omaggio dei classici kolossal anni '40, l'elemento fantastico trattato come da un film anni '80, un buon cast e soprattutto una Gemma Arterton superlativa e un discreto Jake Gyllenhall, aiutano. Fa divertire. E mangiare tanti poc corn.


Voto: 6,5/10
Uscita in Italia: 19 Maggio 2010


86 - Donne senza Uomini ( "Zanan-e Bedun-e Mardan")

Peccato per il taglio narrativo, per l'eccedenza di figure, per il tono eccessivo/surreale di alcune scene. Perchè, visivamente, il lavoro della regista Shirin Neshat, fotografa di fama, è superbo e certi fotogrammi hanno una carica poetica prescindere dal contesto di rara efficacia. E allora, perchè non cercare anche un tipo di narrazione realmente innovativa, invece di limitarsi a semplici legami triti e ritriti tra storie affini di donne iraniane? Poteva essere un film davvero riuscito, invece è un'occasione in parte mancata.

Voto: 6,5/10
Uscita in italia: 12 marzo 2010


85 - Quella sera dorata ("The City of Your Final Destination")

Ivory è sempre Ivory e dirige gli attori come pochi. L'atmosfera non manca, la costruzione scenica eccelle, la "sera" è dorata. Non si può dire che sotto la confezione ci sia il nulla, quanto più che non c'è molto di nuovo. Il film è una trasposizione letteraria riuscita, bella, emotivamente calda, ben raccontata. Non è un capolavoro, ma già il nome del regista e il cast, composto da Anthony Hopkins e Laura Linney, oltre ad una splendida Charlotte Gainsbourg, vale il biglietto.

Voto: 6,5/10
Uscita in Italia: 8 Ottobre 2010

84 - Red

Da Ellis, una trasposizione riuscita. Non il massimo dell'originalità, ma un film finto-blockbuster che punta molto sull'insieme delle sue interpretazioni, con un cast perfetto che affianca grandi mattatori. Si pensi che la più giovane è la veterana di "Weeds", Mary-Louise Parker, non proprio l'ultima ruota del carro, in termini attoriali. Semplice semplice, senza guizzi, porta a casa il risultato con brio e alleggerisce il comic fino a farlo diventare semplice script e non elemento centrale. E con Ellis, meglio così.

Voto: 6,5/10
Inedito in Italia

83 - Nowhere Boy

L'infanzia di John Lennon, o meglio l'adolescenza. Un obiettivo riuscito per Sam-Taylor Wood, regista della nuova generazione femminile inglese. Da brava direttrice di attori, sceglie Aaron Johnson e ne fa il fulcro, ma non si limita nei comprimari e lo fa assistere da Kristin Scott Thomas, Anne-Marie Duff e Thomas Sangster. Tutto a posto, molto mestiere, qualche emozione, e un'attitudine troppo semplicistica, forse. Ma la biografia è questo, ed è difficile andare oltre ai limiti di genere.

Voto: 6,5/10
Uscita In Italia: 3 Dicembre 2010

82 - A single man

Tom Ford dietro la macchina da presa. E' l'estetica di Vogue ad imperare. Ma il film vede la sua sintesi perfetta in Colin Firth, migliore interpretazione dell'anno passato, che garantisce un tocco emotivo meno glaciale. Splendida la colonna sonora, con musiche di Abel Korzeniowski. E Isherwood, da cui è tratto il film, sarà contento. Matthew Goode e Nicholas Hoult, nel cast. C'è Julianne Moore, ma non riesce ad essere la Bette Davis della situazione.


Voto: 6,5/10
Uscita in Italia : 15 Gennaio 2010


81 - Ragazzi Miei ("The Boys are back")

Scott Hicks rende Clive Owen un attore migliore, o, per certi versi, volendo essere cinici, un attore vero e proprio e costruisce attorno alla sua figura il ruolo di un padre senza compagna, venuta a mancare, alle prese con due figli di età diverse, e di provenienze diverse. Non veri gocciolon di pianto, ma asciuttezza. Non retorica, ma descrizione. Un pò commuove il soggetto di suo, ma il dramma si arrichisce di sfumature inedite. E diventa un inno di speranza, una passeggiata lungo il mare, mentre tramonta e rinasce il sole. forse uscito fuori tempo massimo.

Voto: 6,5/10
Uscito in Italia : 25 Giugno 2010

Nessun commento:

Posta un commento